Avviso pubblico. Invito ad aderire all'iniziativa "Centri Estivi 2013": Centri ricreativi estivi per minori.

Varese, 26 apr. 2013 prot. gen. n. 0026853 Avviso pubblico Invito ad aderire all’iniziativa “Centri Estivi 2013”: Centri ricreativi estivi per minori. Il Comune di Varese, al fine di assicurare alle famiglie interessate la fruizione di Centri ricreativi estivi rivolti a minori in età compresa dai 6 anni ai 12 anni, intende promuovere accordi di collaborazione con uno o più soggetti che operano o intendano avviare nel territorio comunale attività di tal genere. Le iniziative che il Comune intende sostenere e promuovere, dovranno concernere attività d’intrattenimento dei minori dai 6 ai 12 anni almeno nel periodo tra il 10 giugno 2013 all’11 settembre 2013; dal lunedì al venerdì, per un minimo di otto ore consecutive nell’arco della giornata e di sei settimane consecutive di esercizio. Il Comune di Varese, al fine di favorire la fruizione di tutti i parchi estivi riconosciuti operanti sul proprio territorio, rilascerà agli utenti che ne facciano richiesta dei “voucher”, a titolo di contributo alla spesa sostenuta per la frequenza del centro estivo prescelto. Per poter essere ammessi i soggetti dovranno essere in possesso degli standard (gestionali e strutturali) previsti per i Centri Ricreativi Diurni dalla D.G.R. Lombardia n. 11496 del 17 marzo 2010 , ovvero per i Centri di Aggregazione Giovanile previsti dalla D.C.R. IV/871 del 23.12.1987. Inoltre, dovranno: • garantire pieno accesso ai propri servizi alle famiglie interessate senza discriminazioni di nessuna natura; • garantire, anche per i centri a carattere prevalentemente sportivo, che l’eventuale disabilità del minore non costituisca motivo di esclusione alla partecipazione alle attività organizzate dal centro. L’Amministrazione Comunale - indipendentemente dai controlli ASL previsti dalla normativa regionale - si riserva di verificare tramite propri incaricati la sussistenza dei requisiti dichiarati per tutto il periodo di funzionamento del centro. L’iscrizione e la frequenza ad ogni Centro sarà a libera scelta delle famiglie dei minori interessati, restando in capo all’Ente gestore assicurarsi un numero di utenti sufficienti a rendere possibile lo svolgimento del centro estivo proposto. Per la frequenza al centro estivo, il gestore interessato potrà richiedere ad ogni utente il pagamento di una tariffa a copertura dei costi del servizio, ivi compreso il servizio di mensa. Il pagamento della tariffa di frequenza farà capo esclusivamente all’utente ed avverrà direttamente a favore del gestore che resta esclusivo responsabile della riscossione, anche coattiva della tariffa richiesta. 2 I voucher rilasciati dal Comune avranno importo diverso in relazione al periodo di frequenza prescelto dall’utente ed alla situazione socio-economica della famiglia accertata attraverso la certificazione ISEE. L’erogazione dei voucher da parte del Comune non si configura come corrispettivo per il servizio erogato dal gestore, ma costituisce sostegno economico alle famiglie per la fruizione di Centri Estivi. La contribuzione comunale sarà concessa fino a concorrenza della spesa massima complessiva indicativa di € 30.000,00 (IVA compresa). Per aderire all’iniziativa è necessario presentare la seguente documentazione: 1. richiesta di adesione all’iniziativa comunale “Centri Estivi 2013” (all.1); 2. comunicazione Preventiva di Esercizio (CPE), ovvero autorizzazione al funzionamento rilasciata in base alla normativa regionale di riferimento (all.2); 3. piano tariffario del servizio offerto; 4. carta dei servizi o progetto del servizio offerto. Con i soggetti aderenti il Comune stipulerà uno specifico accordo di collaborazione, con cui si impegna: • a promuovere gli stessi attraverso i propri canali di comunicazione; • ad erogare i voucher e liquidare i corrispettivi ai gestori dei centri previa adeguata e regolare presentazione di documentazione fiscalmente valida; • a rendere disponibili i centri cottura comunali per la preparazione e somministrazione dei pasti per i Centri estivi che ne facciano richiesta, attraverso l’attuale impresa appaltatrice del servizio di ristorazione scolastica. Resta inteso che i rapporti fra Ente gestore del Centro estivo e impresa di ristorazione sono regolati autonomamente e svincolati da ogni onere, anche organizzativo, a carico del Comune. Allo stesso modo il Comune potrà rendere disponibili i servizi di ausiliariato e pulizia attraverso l’impresa appaltatrice dei servizi parascolastici. Tutte le proposte devono pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 15 maggio 2013 all’Ufficio Protocollo del Comune di Varese Via Sacco n. 5. Si consiglia, pertanto, il recapito diretto. Non si terrà conto delle domande pervenute dopo tale data anche se inoltrate tramite poste italiane o corriere entro la predetta data. Ogni rischio connesso alla gestione ed organizzazione del Centro estivo resta in capo all’Ente gestore. Per ulteriori chiarimenti e informazioni è possibile contattare l’Attività Diritto allo Studio del Comune di Varese Via Cairoli n. 6 tel. 0332/255020, alessandra.airoldi@comune.varese.it F.to Il Dirigente dell’Area VI Politiche Educative dott. Giuseppe D’Amanzio Il presente Avviso sarà affisso all’albo pretorio e pubblicato sul sito internet comunale dal 26 aprile 2013 al 15 maggio 2013. 3 (All. 1) Al Comune di Varese Via Sacco n. 5 21100 VARESE Oggetto: RICHIESTA DI ADESIONE ALL’INIZIATIVA COMUNALE “CENTRI ESTIVI 2013” Il sottoscritto/La sottoscritta nato/a a il C.F. nella sua qualità di legale rappresentante dell’impresa (società/coop./associazione/ecc.): con sede a via P.I.: C.F.: telefono fax e-mail INOLTRA RICHIESTA DI ADESIONE ALL’INIZIATIVA COMUNALE INDICATA IN OGGETTO A tal fine, ai sensi del DPR 28.12.2000 n. 445, consapevole delle sanzioni penali ivi previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, DICHIARA: che l’unità di offerta sociale denominata: con sede a Varese in via n. telefono fax e-mail ed adibita a □ Centro Ricreativo Diurno □ Centro di Aggregazione Giovanile è in possesso di tutti i requisiti minimi strutturali/tecnologici/organizzativi specifici previsti dalla normativa regionale vigente per il suo esercizio. DICHIARA ALTRESI’ di garantire pieno accesso al proprio servizio alle famiglie interessate, senza discriminazioni di nessuna natura; di garantire che l’eventuale disabilità del minore non costituisce motivo di esclusione alla partecipazione alle attività organizzate dal centro. Allega: □ copia CPE oppure □ copia autorizzazione al funzionamento In fede, Firma e Timbro Varese, __/__/____ _________________________________ N.B. LA DICHIARAZIONE DEVE ESSERE CORREDATA DA FOTOCOPIA, NON AUTENTICATA, DI DOCUMENTO VALIDO DI IDENTITA’ DEL SOTTOSCRITTORE, PENA LA NON AMMISSIBILITA’ DELLA STESSA. Informativa di cui art. 13 d.lgs nr.196/2001 a cura del destinatario: L’art. 47 del T. U. in materia di documentazione Amministrativa approvato con D. P. R. 28.12.2000, n.445 prevede che: “ L’atto di notorietà concernente stati, qualità personali o fatti che siano a diretta conoscenza dell’interessato è sostituito da dichiarazione resa e sottoscritta dal medesimo con l’osservanza delle modalità di cui all’art. 38 “ 4 L’art. 38 del T. U. sopra citato prevede che le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà “ sono sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore “ L’art. 21 2° comma del T. U. sopra citato dispone che l’autentica di firma è prevista quando la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà è rilasciata “ … al fine della riscossione da parte di terzi di benefici economici “ ed è redatta da notaio, cancelliere, segretario comunale, dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o altro dipendente incaricato dal Sindaco. Per quanto indicato dalle norme di legge emerge chiaramente che: a) la dichiarazione deve riguardare fatti, stati o qualità personali che sono a diretta conoscenza dell’interessato; si tratta pertanto di una dichiarazione in cui l’interessato dichiara di essere direttamente a conoscenza di un fatto, stato e qualità personale, con esclusione di qualsiasi altro tipo di dichiarazione, in particolare di volontà, impegno, obbligo, richiesta o altro. Ne discende che la dichiarazione deve essere completa, senza parti lasciate in bianco, avere un senso logico, non essere contraria all’ordine pubblico o al buon costume, e non deve essere riferita ad elementi non ancora venuti in essere e cioè futuri; b) la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà esplica tutti i suoi effetti ove sia prodotta ad una Pubblica Amministrazione, nonché ai gestori di servizi pubblici, all’Autorità Giudiziaria limitatamente allo svolgimento di attività di volontaria giurisdizione, ed ai privati che vi consentano. c) la necessità dell’autenticazione della sottoscrizione è stata notevolmente limitata ai casi dell’art. 21 comma 2°. d) terminato il testo della dichiarazione, le righe avanzate devono essere annullate con un tratto di penna. 5 (All. 2) Spett.le COMUNE DI VARESE Area VI Servizi Educativi Via Sacco,5 21100 – VARESE e p.c. ASL di Varese Servizio Vigilanza e Accreditamento Strutture Socio Sanitarie Via Ottolino Rossi 21100 – VARESE Oggetto: Comunicazione Preventiva per l’esercizio delle strutture relative alle Unità d’offerta della rete sociale di cui all’art. 4 comma 2 della Legge Regionale n. 3/2008. Struttura denominata “____________________________________” ed adibita a __________________________________ ubicata nel Comune di Varese in via _____________ n. ________ Il sottoscritto/La sottoscritta nato/a a il C.F. nella sua qualità di legale rappresentante dell’impresa: con sede a via P.I.: C.F.: telefono fax e-mail COMUNICA l’apertura dell’unità di offerta sociale denominata: con sede a Varese in via telefono fax e-mail ed adibita a □ Centro Ricreativo Diurno □ Centro di Aggregazione Giovanile 2. DICHIARA 1. che detta unità d’offerta sociale è idonea ad accogliere n. …………………… utenti; 2. che l’inizio delle attività decorrerà dal ………….. …; 3. di essere in possesso di:  Certificato di iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio di …………………………… al n. ……………………..;  Certificato di iscrizione al registro delle persone giuridiche di diritto privato; 6  Certificato di iscrizione all’albo regionale delle cooperative presso la Prefettura di ……………………. al n………………………..;  Certificato di iscrizione ad altro albo/registro (specificare) …………………………….. 3. SI IMPEGNA a soddisfare tempestivamente e formalmente quanto previsto sulle linee guida circa il debito informativo a suo carico. 4. AUTOCERTIFICA (ai sensi del DPR 445/2000) a. (barrare la casella corretta)  di non avere riportato condanne penali;  di avere riportato le seguenti condanne penali, risultanti da Certificato del Casellario Giudiziale: ……………………………………………………………………………………………. b. (barrare la casella corretta)  di non avere carichi pendenti;  di avere i seguenti carichi pendenti, risultanti da Certificato della Procura della Repubblica: ………………………………………………………………………………………… c. (barrare la casella corretta)  che nei propri confronti non sussistono cause di divieto, sospensione o decadenza di cui all’art. 67 del D. Lgs. 159/2011 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;  di nei propri confronti sussistono cause di divieto, sospensione o decadenza di cui all’art. 67 del D. Lgs. 159/2011 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136”. 5. ALLEGA 1. Fotocopia carta identità del legale rappresentante; 2. Autocertificazione sul possesso degli standard previsti e sul rispetto dei requisiti dalla normativa azionale e regionale vigente. Luogo, data Firma e timbro del dichiarante 7 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’ (Art. 47 D.P.R. 28 DICEMBRE 2000, N. 445) Il sottoscritto/La sottoscritta nato/a a il C.F. nella sua qualità di legale rappresentante dell’impresa: con sede a via P.I.: C.F.: telefono fax e-mail consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, DICHIARA che l’unità di offerta sociale denominata: con sede a Varese in via telefono fax e-mail ed adibita a □ Centro Ricreativo Diurno □ Centro di Aggregazione Giovanile è in possesso di tutti i requisiti minimi strutturali/tecnologici/organizzativi specifici previsti dalla normativa regionale vigente per il suo esercizio nonché dei requisiti previsti dalla normativa nazionale per le materie di competenza statale, e dei requisiti di igiene e sicurezza stabiliti da norme regionali. In particolare dichiara il rispetto della legislazione nazionale per le materie di competenza delle Stato e della legislazione regionale in particolare rispettivamente dettata per : Centro ricreativo Diurno (Delibera Giunta Regionale n. 11496/2010) Centro di Aggregazione Giovanile (Delibera Consiglio Regionale n. IV/871 del 1987) DICHIARA ALTRESI’ che tutta la documentazione e le certificazioni a comprova di quanto sopra dichiarato sono presenti nella sede dell’Unità d’offerta sociale in apposito faldone a disposizione per il controllo. Luogo, data Timbro e firma del dichiarante

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento